novembre: 2018
L M M G V S D
« ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Calamarata allo scorfano

20140727_125954Primo piatto decisamente gustoso da preparare in qualsiasi momento dell’anno. Lo scorfano è un pesce che vive sui fondali rocciosi del Mediterraneo, dall’aspetto veramente brutto, possiede molte spine sul suo dorso che possono essere molto pericolose. Proprio per questo motivo pulire lo scorfano è un’operazione che deve essere effettuata con estrema cautela.

20130423_142030

Prepariamo questa ricetta utilizzando un formato di pasta un po’ particolare la “Calamarata”. Un formato di pasta che prende appunto il nome per la sua forma dagli anelli di calamaro usati comunemente per la classica frittura.

Ingredienti per 4 persone:

1 scorfano di circa 700/800 gr, 320 gr di pasta tipo “Calamarata” , 300 gr di pomodorini datterini, 2 spicchi di aglio, 1 peperoncino fresco, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 bicchiere di vino bianco secco, olio extravergine q.b., sale q.b., fumetto q.b.

Preparazione:

Lavate e tritate finemente il prezzemolo. Mondate gli spicchi di aglio e tritateli finemente.

20140408_190809

     20131228_120947Fate scaldare in una larga padella l’olio, aggiungete l’aglio tritato e il peperoncino tagliato, aggiungete il prezzemolo e fate insaporire un minuto. Non alzate troppo la fiamma altrimenti rischiate di bruciare il prezzemolo.

20140727_112646

      20140727_112705Aggiungete a questo punto lo scorfano nella padella,

20140727_112740

Lasciatelo cuocere a fuoco allegro per una decina di minuti rigirandolo spesso. Non appena tutta l’acqua che avrà rilasciato il pesce si sarà asciugata innaffiate con il vino bianco e lasciatelo sfumare, rigirando il pesce almeno una volta.

20140727_113618

Mentre lo scorfano continua la sua cottura, lavate e asciugate i pomodorini. Tagliateli in quattro parti.

20140727_110009

Quando il vino sarà completamente evaporato, aggiungete i pomodorini, e ancora un po’ di prezzemolo.

20140727_113856

Proseguite la cottura per altri 10 minuti.

20140727_115108

Una volta cotto, togliete dal fuoco, levate il pesce dal sugo e lasciate intiepidire il tutto. Quando il pesce si sarà raffreddato, cominciate a pulirlo,  eliminate la pelle e le pinne laterali, dopo di che cominciate a staccare la polpa facendo sempre attenzione alle pinne dorsali. Ricavate tutta la polpa e raccoglietela in una ciotola spezzettandola cercando di eliminare tutte le lische. Aprite la testa

20140727_122314

e prendete anche da li tutta la polpa in essa contenuta. Rimettete la padella con i pomodorini sul fuoco, aggiungete la polpa del pesce,

20140727_123505

mescolate bene e aggiungete un mestolo di fumetto caldo e aggiungete la calamarata.

20140727_123744

Ricoprite con un paio di mestoli di fumetto caldo e fate cuocere la pasta aggiungendo man mano che si asciuga il fumetto .

20140727_124337

Durante questo tipo di cottura dovete girare spesso la pasta per evitare che si attacchi al fondo. Quando la pasta sarà al dente, aggiungete una generosa manciata di prezzemolo tritato ed impiattate.

20140727_125923

.

Lascia un Commento