La pastiera napoletana è un dolce tipico del periodo pasquale,  che ha avuto il riconoscimento di “Prodotto Agroalimentare Tradizionale Campano”. E’ una torta con una base di Pasta frolla farcita con un impasto a base di ricotta, frutta candita, zucchero , uova e grano bollito nel latte. Si presenta con una fragranza croccante all’esterno con un ripieno morbido. Il profumo e il sapore cambiano a seconda delle spezie e degli aromi utilizzati durante il confezionamento. Nella ricetta classica gli aromi utilizzato sono: “Cannella, canditi, vaniglia, e acqua fiori d’arancio. Oggi di questo dolce ne esistono delle varianti, alcune hanno la crema pasticcera all’interno dell’impasto altre invece, cioccolato  nella pasta frolla.  Come ogni piatto della tradizione, la ricetta varia da zona a zona, da casa a casa perchè ogni nonna, ogni mamma ha la sua formula segreta l’unica cosa che le accomuna tutte sono le strisce di pasta che compongono la griglia sulla torta.  Devono essere rigorosamente 7, 4+3. La la leggenda dice che La sirena Partenope, incantata dalla bellezza del mare di Napoli, si ferma a vivere nelle acque del golfo ed ogni primavera emerge per salutare il popolo. I napoletani si godono il canto della sirena e per disobbligarsi” le portano farina, ricotta, uova, grano, acqua di fiori d’arancio, spezie e zucchero. Gli ingredienti, mescolati insieme, formano la gli ingredienti per la preparazione della pastiera e  se li contate, sono 7, come le strisce che vanno a ricoprire il dolce partenopeo. E’ usanza che la pastiera venga preparata il giovedì o il venerdì Santo per dare modo a tutti gli aromi di cui è composta di amalgamarsi bene e dare alla pastiera il suo inconfondibile gusto. Ormai la pastiera nonostante non manchi mai sulle tavole nei giorni delle festività pasquali, è reperibile nelle migliori pasticcerie napoletane tutti i giorni dell’anno.

Ingredienti:

700 gr di ricotta, 600 gr di zucchero, 7 uova intere, 3 tuorli, 1 bustina di vanillina, 1 pizzico di cannella, 1 cucchiaio di acqua fiori d’arancio, 1 bicchiere di latte, scorza di limone grattugiata, 30 gr di burro, 1 scatola di grano cotto per pastiera (400 gr), 100 gr di cedro candito, Pasta frolla preparata con 500 gr di farina.

Preparazione:

Preparate la pasta frolla secondo la ricetta e fatela riposare.


Frolla (2)

 

     Frolla (6)Versate il grano in un tegame con il latte, il burro, la scorza di limone grattugiata. Fate cuocere a fuoco lento sempre mescolando sino a quando non otterrete un composto cremoso,

 

 

20130327_171344

togliere dal fuoco e fare raffreddare. Frullate la ricotta con lo zucchero, quando ben amalgamato aggiungete le uova intere,

20130327_172251

cominciate a mescolare dopo di che aggiungete anche i tuorli. Continuate a mescolare sino ad ottenere un composto liscio. Aggiungete la crema di grano, la vanillina, un pizzico di cannella e l’acqua fior d’arancio. Amalgamate bene tutti gli ingredienti dopo di che aggiungete i canditi. Stendete la Pasta frolla

20150109_141756


     20150109_141802e rivestite una teglia imburrata.

20150109_141852

Mescolate bene il composoto e versatelo  all’interno della teglia rivestita.

Fatto questo formate delle striscioline con la Pasta frolla e decorate formando il classico reticolato a rombi.

 

Infornate nel forno caldo a 180° per circa un’ora sino a quando la superficie avrà assunto un colorito bruno. Sfornatele e

 

 

 

lasciatele raffreddare e riposare per un paio di giorni prima di servirla. Trascorso il tempo cospargete la superficie con lo zucchero a velo e

20130327_192936

buon appetito.