Uova, latte, zucchero e un aroma (normalmente viene utilizzata la vaniglia ma a me piace molto di più aromatizzata al limone). Pochi ingredienti per dare origine a una delle creme più amate, e utilizzata nella pasticceria: la crema pasticcera. Viene utilizzata per farcire torte, crostate bignè o semplicemente mangiata al cucchiaio. Si presta ad essere aromatizzata  con il limone (come in questo caso), con l’arancia, con la nocciola o il pistacchio. Insomma una vera preparazione di base per la pasticceria. Inoltre viene utilizzata per la creazione di altri tipi di crema come la crema diplomatica. Nella pasticceria italiana  è tra le più usate insieme alla  chantilly o la crema zabaione.

Ingredienti:

1 lt di latte, 200 gr di zucchero, 10 tuorli, 1000 gr di farina, la buccia di un limone (in alternativa una bacca di vaniglia).

Preparazione:

In un pentolino mettete a scaldare il latte con l’aroma scelto (io uso quasi sempre la buccia di limone).

Nel frattempo rompete le uova separando gli albumi dai tuorli e raccogliete quest’ultimi in una pentola dove poi preparerete la crema.

      Unite ai tuorli lo zucchero e

      cominciate a sbattere  fino ad ottenere un composto di colore chiaro.

A questo punto unite la farina setacciata e continuate a mescolare sino al completo assorbimento.

Appena il latte aromatizzato avrà raggiunto il bollore, versatelo nel composto filtrandolo con un colino a maglie fitte.

      Mettete il tutto sul fuoco e sempre mescolando,

portate a cottura. Una volta ottenuta la consistenza desiderata o comunque quando raggiunge il bollore togliete dal fuoco e

spolverate la superficie con lo  zucchero semolato e coprite con carta da forno facendola ben aderire al contenitore in modo che non si formi la pellicola sulla superficie.  Fate raffredare prima di utilizzarla.